Il Ministero dell’Istruzione ha già diffuso un comunicato stampa secondo il quale le linee guida sul rientro a scuola a settembre saranno pubblicate la prossima settimane.

Nel frattempo, si è innescato un grosso dibattito proprio sul ritardo delle linee guida a cura di viale Trastevere e sulle certezze che mancano su un argomento così delicato.

I sindacati alla Ministra: serve incontro urgente

Anche le organizzazioni sindacali vogliono capirci di più e soprattutto sono interessati a capire come e in che misura le indicazioni per il prossimo anno scolastico possano avere ripercussioni sul personale scolastico. Ecco perché, tramite un comunicato unitario, i sindacati Cisl Scuola, Flc Cgil, Uil Scuola, Gilda e Snals hanno chiesto un incontro urgente con la Ministra Azzolina: “È certamente nelle attese di tutti un ritorno in sicurezza alle attività scolastiche in presenza, obiettivo per il quale va messo in atto il massimo impegno, garantendo anche le risorse necessarie per attuare in modo scrupoloso tutte le misure volte a contrastare i rischi di contagio“, scrivono i sindacati della scuola.

ICOTEA_19_dentro articolo

Potrebbero esserci ripercussioni sul personale?

Per tali motivi, i sindacati “chiedono di attivare il preliminare confronto sindacale (CCNL art 22 coma 8 lettera a) sulle linee guida che le istituzioni scolastiche saranno chiamate ad osservare nella gestione delle attività didattiche nel nuovo anno scolastico. Ciò anche in considerazione delle ripercussioni che le misure da adottare potranno avere sul rapporto di lavoro del personale, rispetto alle quali andrà anche valutata l’eventuale necessità di procedere a integrazioni della disciplina contrattuale”.

La parola passa al Ministero dell’Istruzione.

 

LA SCUOLA CHE VERRÀ

LA TECNICA PER LA SCUOLA

Come fare didattica a distanza: consigli e soluzioni


Leggi sorgente originale

Via Antonio Michele Gazano 2, 09129 - Cagliari
Contattaci!
Telefono: 0702082423